prima pagina

  • Le Marche – il tesoro ancora nascosto nel Centro Italia …

    Posted 28 gennaio 2016 By in prima pagina, raccontare, scoprire, vivere With | No Comments
    Tutti abbiamo sentito parlare delle Marche, forse le abbiamo già visitate, ma sappiamo davvero abbastanza……???

    I viaggiatori che vogliono il meglio della nostra Italia si stanno iniziando a guardare alle Marche, la terza regione insieme a Toscana e Umbria che ritrae il fascino del centro Italia. Questa regione ancora poco conosciuta non solo all’estero ma persino in Italia, è tappezzata di dolci colline che digradano da un lato verso la costa Adriatica, e dall’altro si estendono fino all’Appennino Centrale.

    Perché le Marche?

    Mentre l’area lungo la costa è stata popolare per molti anni, gran parte dell’entroterra rimane a tutt’oggi quasi intatta, conservando le sue tradizioni. Qui incontrerete una popolazione calda e accogliente. Nell’entroterra, forse più che altrove in Italia centrale, si possono scoprire meraviglie. Rispetto alle sue sorelle centrali italiane, la ricchezza è data di piccoli borghi (Le Marche appunto), come Urbino, patrimonio dell’UNESCO, Corinaldo, Sarnano, Visso e tanti altri.

    Visitare Le Marche

    La regione è perfetta per soddisfare i visitatori che vengono per trovare il sapore della vera Italia, fuori dal turismo di massa, ma accogliente in tutti i sensi sia per gli stranieri che per gli italiani.

    Se volete ammirare capolavori dell’arte e e dell’architettura rinascimentale, viaggiare attraverso le montagne inesplorate e selvatiche o semplicemente acquistre il meglio del pescato in un porto Adriatico, Le Marche hanno abbastanza per tenervi occupati per anni. E raramente sarà necessario spingere con orde di altri turisti.

    Quando andare

    Mentre tra metà luglio a metà agosto può essere caldo, è qualche volta sovraffollato,  in montagna e nelle colline dell’entroterra le brezze mantengono un clima piacevole e leggermente ventilato.

    Maggio, giugno e settembre sono i mesi ideali per viaggiare nelle  Marche per chi davvero non sopporta la calura estiva; il paesaggio è vestito di verde primaverile o delle prime tinte autunnali, qualsiasi pioggia tende di essere solo un breve acquazzone piuttosto che pioggerella fine, ed è facile trovare un alloggio anche all’ultimo momento.

    Le stagioni più piovose sono da metà febbraio a metà aprile e da novembre a metà dicembre,  ma il clima resta comunque abbastanza mite e i periodi sono perfetti per gli amanti della buona cucina: erbe selvatiche e primizie dell’orto in primavera; funghi tartufi, vino, miele, olio nuovo in autunno.

    Cosa visitare

    Paesini e piccoli borghi di montagna dove il tempo sembra si sia fermato, o piccole città per scoprire meravigliandosi dei gioielli d’architettura rinascimentale o anche medioevale, tutti immersi nella suggestiva campagna marchigiana, come Recanati, Cingoli, Jesi, Camerino, San Leo e Fermo. Molto interessante da visitare e tra i più popolari sono le città più grandi come Urbino, sede della corte del Duca di Montefeltro nel 15 ° secolo; Ascoli Piceno con la sua bella piazza principale e 118 torri; Ancona con il suo porto e tante altre attrazioni “nascoste”. Ancona è anche l’unica città dove si può ammirare sia il tramonto che l’alba nella stessa giornata; E poi Macerata con il suo annuale Festival lirico all’aperto….

    Sul mare, Sirolo, nei pressi del Monte Conero, è un  piccolo e delizioso paese che offre un panorama mozzafiato, mentre tra le città più frequentate, cercate  San Benedetto del Tronto, Gabicce e Senigallia. Se amate la natura, da non perdere assolutamente sono  le grotte di Frasassi (Considerate il più grande complesso ipogeo in Europa), La Gola del Furlo, il Monte Conero e senza dubbio i  monti Sibillini …

    Meraviglie naturali

    Molti turisti visitano le Marche per le sue bellezze naturali e la maggior parte del bellissimo entroterra e le montagne sono rimaste indenni dagli eccessi del progresso del 21° secolo.

    Qui troverete alcuni dei più imponenti paesaggi di montagna a sud della regione tra i Monti Sibillini, le cui cime sono spesso coperte di neve fino a tarda primavera.

    Le grotte di Frasassi sono annoverate tra le più spettacolari grotte calcaree e le più lunghe d’Europa.

    Sempre in calcare è la struttura rocciosa della  Gola del Furlo, un drammatico passaggio naturale attraverso le montagne che è rimasto quasi immutato fin dai tempi preistorici.

    La maggior parte della costa adriatica d’Italia è pianeggiante, ma il Monte Conero, appena a sud di Ancona, e il Monte San Bartolo a nord di Pesaro ne sono un’eccezione. Le più belle viste dalle montagne si godono dal gigante del Monte Catria e dal Monte Pietralata. In primavera, i prati di montagna sono tappezzati di diversi fiori alpini.

    La gente delle Marche

    I marchigiani sono  gentili, modesti, genuini e un po ‘più rilassati della gente del nord Italia. Ciò significa che sono più disponibili a dedicarvi del tempo, e a godersi di una conversazione rilassante, più facilmente di fronte a un pasto tradizionale preparato dal cuoco locale, o dalla mamma.

    Venite nelle Marche, per sperimentare la vera autenticità, slow food e slow life. Rilassatevi, esplorate e godetevi dei momenti  unici…. ve lo meritate.

     

    • delicious
    • digg
    • reddit

Leave a Reply


No comments yet. Be the first!

COPYRIGHT (C) 2015 MARCHEHOLIDAY SPA. ALL RIGHT RESERVED